• Detrazioni legge bilancio 2018

    Speciale detrazioni lavori

    10/02/2018 Autore: FIMAA

    Detrazione IRPEF del 36% per la sistemazione a verde

    La Legge 205/17, Legge di Bilancio 2018, ha introdotto la possibilità di detrarre, ai fini IRPEF, dall'imposta lorda, il 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, sono comprese anche la progettazione e gli interventi di manutenzione; il limite massimo di spese ammesse al beneficio è pari ad Euro 5.000 per ogni singola unità abitativa.

    Il beneficio, nel caso si tratti di un condominio, è determinato fino ad un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo. In tale ipotesi la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al 2018 (entro il 31 ottobre 2019).

    La detrazione spetta a condizione che i pagamenti siano effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni ed è ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

    Proroga della detrazione IRPEF sulle spese di ristrutturazione edilizia

    È stata prorogata fino al 31.12.2018 la detrazione IRPEF del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia (ex art. 16 bis DPR 917/86) per una spesa massima di Euro 96.000 per ogni singola unità abitativa. Le spese ammesse alla detrazione sono gli interventi di natura ordinaria e straordinaria comprese opere volte alla riduzione del rischio statico e sismico.
    Il periodo ammesso a detrazione copre un lasso temporale che va dal 26.06.2012 al 31.12.2018, le spese già sostenute rientrano pertanto nel conteggio complessivo dei 96.000 Euro anche se relative ad un intervento diverso e autonomo ma relativo allo stesso immobile. Oltre alla documentazione comprovante l'inizio e la realizzazione dei lavori vanno conservate le copie dei bonifici effettuati per il pagamento degli interventi; non sono infatti ammesse a detrazione eventuali spese di cui non sia possibile tracciare il pagamento.
    Qualora all'intervento di ristrutturazione edilizia corrisponda anche l'acquisto di mobili e/o elettrodomestici spetta una detrazione del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di spesa ammissibile di 10.000 Euro. Per usufruire delle detrazioni vanno inviati telematicamente all'ENEA tutti i dati relativi agli interventi di ristrutturazione.

    AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

    La Legge di Bilancio 2018 ha esteso fino al 31.12.2018 la possibilità di detrarre il 65% (misura che può tuttavia variare come vedremo di seguito) delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica degli immobili (detto anche ecobonus). Le detrazioni devono essere ripartite in 10 rate annuali di pari importo. Di seguito si evidenziano alcuni degli interventi agevolabili:

    Tipo di intervento Detrazione massima Misura detrazione
    riqualificazione energetica di edifici esistenti 100.000 euro 65%
    involucro edifici: pareti, coperture, pavimenti 60.000 euro 65%
    impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza 30.000 euro 65%
    impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A 30.000 euro 65%
    Acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari. 60.000 euro 50%
    acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili 30.000 euro 50%
    dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti (solo per gli anni 2016 e 2017) non previsto limite massimo 65%


    Condomini
    Le spese per interventi di riqualificazione energetica su parti comuni condominiali non sono state inserite nella Legge di Bilancio 2018 poiché la detrazione per tali spese è già stata ammessa per le spese sostenute fino al 31.12.2021.
    Per questo tipo di interventi le detrazioni variano in ragione della tipologia di intervento:
     - Detrazione del 70%: Interventi che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie;
     - Detrazione del 75%: Interventi volti a migliorare la prestazione energetica, invernale ed estiva, dai quali si consegue almeno la qualità media di cui al DM 26.6.2015
    Il limite di spesa massimo è di Euro 40.000 per singola unità di condominio.

     

    Indietro